La linea temporale del Tesseract nell’universo cinematografico Marvel

a cura di Bianca casale e Valentina Isernia

*********attenzione agli spoiler ****** spoiler alert*****
nell’articolo sono contenuti spoiler fino a Avengers: Endgame, se non l’avete visto non andate oltre l’avviso alla fine.

L’oggetto chiave dell’universo cinematografico Marvel è il Tesseract, esso ha svolto un ruolo fondamentale in Captain America: il primo vendicatore e in Avengers. Una parte mancante della sua storia è stata rivelata di recente in Captain Marvel.
Naturalmente, per tracciare la storia e la cronologia del Tesseract, dobbiamo tornare all’alba della creazione dell’universo Marvel. Il Tesseract è il cubo che ospita la gemma dello spazio, una delle sei Gemme dell’Infinito, gli unici resti conosciuti di un qualcosa che precede l’universo per come lo conosciamo. Controllando lo spazio stesso, permette a chiunque la possieda di viaggiare attraverso la galassia all’istante, ed è una fonte di potere quasi illimitato.

Già eoni fa, la Gemma dello Spazio era ospitata all’interno del Tesseract, un oggetto a forma di cubo che può sfruttare l’energia della gemma. Non è noto chi abbia creato questo “cubo cosmico”, e neanche esattamente quando. Tutto ciò che si sa è che migliaia di anni fa il cubo è arrivato nelle mani della civiltà asgardiana. Il Tesseract fu tenuto all’interno della Cripta di Odino e, per ragioni sconosciute, fu portato sulla Terra e lasciato a Tønsberg, in Norvegia, custodito da umani adoratori di Asgard. Questo accadeva nel 965 d.C.

In Thor vediamo gli Asgardiani sulla Terra durante un flashback, si può presumere che abbiano portato il Tesseract con loro sul nostro pianeta in quel momento. Perché avrebbero lasciato qualcosa di così incredibilmente potente abbandonato su un pianeta poco sviluppato non è davvero comprensibile, ma per qualche motivo lo hanno fatto. È possibile che pensassero che gli umani fossero troppo primitivi per comprendere e sfruttare la sua energia, e magari che nessuno avrebbe pensato di cercarlo sulla nostra piccola palla di fango.

La volta successiva che incontriamo il Tesseract in ordine cronologico è durante la sequenza iniziale di Captain America: il primo vendicatore, Anno Domini 1942.

In quel film siamo testimoni di come Teschio Rosso, leader dell’HYDRA abbia rubato l’oggetto per potenziare le armi e sconfiggere gli Alleati durante la seconda guerra mondiale. Captain America sconfiggerà Teschio Rosso nel 1945 e il Tesseract finirà nelle acque dell’Artico dove verrà poi recuperato dall’inventore Howard Stark.
Come sappiamo dopo aver visto Captain Marvel il Tesseract è in possesso dei militari americani, infatti Mar-Vell, scienziata Kree sotto copertura, lo stava usando per cercare di creare un motore a velocità della luce per permettere la fuga degli Skrull. Gli Skrull sono vittime di una guerra ingiusta perpetrata dai Kree e Mar-Vell vuole aiutarli a fuggire.
Proprio Mar-Vell ha nascosto il cubo su un’incrociatore Kree nascosto in orbita dove Carol Danvers lo ritrova nel 1995 per poi lasciarlo nelle mani dello SHIELD. O meglio, per poi lasciarlo dentro il Flerken che lo sputerà sulla scrivania di Fury nella scena bonus dopo i titoli.

Quindi il Tesseract rimane dormiente e custodito dallo SHIELD finché non si risveglia all’incirca nel 2012. Il principe asgardiano Loki lo usa per arrivare sulla Terra dove se ne impossessa. Lo usa per creare un ponte e permettere ai Chitauri di invadere New York e così affiancarlo nella conquista del pianeta.
Dopo la battaglia di New York Thor riporta il Tesseract (e Loki) su Asgard dove lo riposiziona nella Cripta di Odino. Ed eccoci a Thor: Ragnarok, poco prima che Asgard venga distrutto Hela nota il cubo ed in seguito Loki lo ruba di nuovo.

Quando Thanos distrugge una nave asgardiana piena di rifugiati all’inizio di Avengers: infinity war riesce a strappare a Loki il Tesseract e rompe il cubo per prendere la pietra dello spazio contenuta al suo interno.
La inserisce nel suo guanto dell’infinito e penso che saprete tutti cosa è accaduto in seguito.

 

Spoiler Alert “Endgame”

Ora, sappiamo che una nuova linea temporale potrebbe essere stata creata in Avengers: Endgame. Quando Antman e Tony Stark tornano indietro nel tempo, nel tentativo di recuperare il Tesseract, gestiscono male la situazione e Loki riesce a fuggire con e grazie alla gemma. Dove porterà tutto questo?

 

Tradotto (molto liberamente) dall’articolo originale di Eric Diaz, pubblicato su nerdist.com: https://nerdist.com/article/tesseract-timeline-captain-marvel-mcu/

Immagini: Marvel Studios

.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *