Dai sogni alla carta: Fantasy Era Magazine diventa realtà grazie al crowdfunding

Un nuovo modo di scoprire il fantastico, fatto di approfondimenti e curiosità. Dal 17 giugno è stato dato il via alla campagna crowdfunding per realizzare il magazine cartaceo di Fantasy Era. Con un occhio particolare alla sostenibilità.

Il 17 giugno è partita la prima campagna Kickstarter di Fantasy Era, destinata a finanziare la realizzazione del semestrale cartaceo, un prodotto corale fatto di voci di appassionati, esperti e personaggi del panorama fantasy.

Le declinazioni del fantasy sono diventate innumerevoli, la proliferazione di prodotti legati al genere sempre più centrale e comincia a diventare doveroso l’assist dell’informazione: la mission è quella di sopperire a una carenza nell’attuale panorama editoriale, ma con professionalità.

 

// Un numero da collezione: il numero zero

Volevamo dare una casa adeguata alla qualità del nostro lavoro, quindi abbiamo deciso di pensare Fantasy Era in una

 veste grafica curatissima, che valga la pena esporre in libreria ma giustifichi anche la scelta di proporla in formato cartaceo; per questo, abbiamo scelto per la copertina un unico, ampio spazio dedicato all’opera di ispirazione fantastica dell’artista Angela Betta Casale, sorretto da una copertina in brossura in carta patinata. I nostri approfondimenti sono inoltre arricchiti dalle creazioni di Simone Barretta e Monica Di Maggio.

A corredare l’offerta Kickstarter una serie di ricompense, create dal team e dagli artisti, le cui anteprime verranno svelate nel corso delle quattro settimane di campagna. Il più ambito è certamente il bozzetto originale, realizzato rigorosamente a mano dall’autrice della copertina, che ritrae i partecipanti nei panni di un personaggio del mondo dell’immaginario fantasy.

 

 

 

Tra le firme del numero d’esordio: Licia Troisi, astrofisica e autrice fantasy italiana più venduta al mondo, grazie al successo delle saghe del “Mondo Emerso”; Oronzo Cilli, collezionista, membro della Tolkien Society inglese, direttore della Collana di studi sulla vita e sulle opere di J. R. R. Tolkien e autore di Tolkien’s Library: an annotated cheklist, vincitore del Best Book ai Tolkien Society Awards 2020Andrea Tortoreto, docente di filosofia, autore del volume Filosofia della Fantascienza, oltre a monografie e saggi accademici pubblicati su Writers Magazine Italia e su Il Magazzino dei Mondi.

 

 

 

 

 

 

«Dietro al progetto di Fantasy Era Magazine c’è una redazione che lavora insieme ormai da anni – spiega la creatrice e responsabile del progetto, la giornalista Valentina Isernia – nata nel 2016 dall’idea di riunire appassionati di tutta Italia. Sono i redattori, gli artisti, i videomaker e content creator accomunati dalla passione per il genere che hanno voluto partecipare e contribuire a comunicare un mondo affascinante e emozionante con un occhio di riguardo anche alla storia e, sorprendentemente, alla scienza».

«In un periodo difficile per i giovani che vogliono tentare di intraprendere percorsi nuovi, abbiamo puntato sui potenti strumenti offerti dal web per concedere la possibilità al gruppo di autofinanziarsi, creando con le proprie forze, dai contenuti alla veste grafica e al materiale promozionale, qualcosa che fosse la sintesi di ciò che li appassiona. L’obiettivo è colmare un vuoto presente nell’attuale proposta editoriale».

Un progetto che, in linea con i principi dei suoi creatori, guarda al futuro con l’obiettivo della sostenibilità«Abbiamo molto a cuore la lotta alla sostenibilità – spiega Bianca Casale, architetta e caporedattrice, curatrice del blog partner Il Bistrot dei Libri – ed è per questo che abbiamo deciso di inserire fra i goal della campagna la stampa su carta riciclata; ci rendiamo conto che si tratta di un rischio, dato l’inevitabile aumento del costo, ma siamo 

certi della consapevolezza che si tratti di un investimento che ripaga noi e i nostri lettori».

 

// Inclusività e sostenibilità

Fantasy Era, inoltre, sarà progettata seguendo principi di inclusività linguistica e culturale. Al di là delle tematiche trattate, la versione su carta verrà realizzata con un’attenzione particolare al linguaggio di genere e all’utilizzo per i testi interni di font ad alta leggibilità.

Un progetto curato da un team di professionalità eterogenee, ma tutte formate negli anni da esperti del settore dell’informazione all’etica giornalistica. A sostenere il team, è infatti la cooperativa di giornalisti IdeaDinamica, team di giornalisti professionisti eclettici e multidisciplinari:

«Siamo felicissimi di sostenere questo ambizioso progetto editoriale – spiega Mario Maffei, presidente della cooperativa di giornalisti IdeaDinamica – non solo perché la sua ispiratrice, Valentina Isernia, è vicepresidente della nostra casa editrice, ma anche perché manca in Italia una rivista “colta” su un filone letterario amatissimo dal pubblico».

Alle dichiarazioni di sostegno si è unita anche Marilù Mastrogiovanni, giornalista e presidente del premio mondiale per la libertà di stampa “Guillermo Cano” dell’Unesco:

«Valentina ha inseguito questo sogno con caparbietà fin da giovanissima, entrando nella redazione del giornale d’inchiesta “Il Tacco d’Italia” in punta di piedi, appena maggiorenne, conquistandosi uno spazio tutto suo e costruendo la sua professionalità con umiltà. Ha coltivato il suo talento con rigore e le ali che le sono spuntate sono più forti di quelle dei suoi draghi, ma lievi e delicate, come quelle delle sue fate. Immersa nel suo mondo magico, è la persona più concreta, forte e tenace che io conosca; la “nostra” vicepresidente è un esempio per tutti noi! Vola, Valentina, Vola!»

La campagna terminerà il 16 luglio 2021 e la rivista, insieme alle ricompense, sarà inviata ai suoi sostenitori nel mese di novembre 2021.

Tutti i contenuti e gli ospiti del numero zero sono disponibili sulla pagina della campagna Kickstarter.

E Voi, cosa aspettate a sostenerci?

Chi ha parlato di noi

 

error: Alert: Content is protected !!